“Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità”

Vincent Van Gogh secondo Julian Schnabel, un pittore visto da un pittore (e ottimo regista). “Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità” (At Eternity’s Gate) è un ritratto toccante e appassionante, intimo e profondo, senza dubbio il miglior film del regista – già autore di “Prima che sia notte” e “Lo scafandro e la farfalla

“Loving Vincent” candidato al David di Donatello

Un lungometraggio d’animazione sul grande Van Gogh “Loving Vincent”, sceneggiato (con Jacek Dehnel), montato e diretto da Hugh Welchman e Dorota Kobiela, coinvolgente e originale perché dipinto a mano fotogramma per fotogramma ‘riproducendo’ lo stile del geniale e incompreso artista, e le sembianze degli attori che lo interpretano dando voce ai personaggi. Un’avventura durata sei anni, ora candidata all’Oscar (Miglior lungometraggio d’animazione), e al David di Donatello (Miglior film dell’Unione Europea)