“Il gioco delle coppie” (Doubles Vies)

Stavolta Olivier Assayas si affida alla commedia per parlare (riflettere) su ‘comunicazione’ e ‘libri’ nell’era di Internet, ma anche altro. Non a caso, “Il gioco delle coppie” (Doubles Vies – No Fiction), è ambientato nel mondo dell’editoria parigina, divisa dal dilemma: libri da toccare, quindi da sentire, ed e-book, sorta di lettura virtuale

Personal Shopper

Un thriller dell’anima, dove si fondono reale e soprannaturale, attraverso il ritratto di una giovane donna che sta elaborando il lutto del fratello gemello, e in cui Olivier Assayas affronta il tema “dell’inconscio e della realtà della nostra mente”. Una sceneggiatura scritta proprio su e per Kristen Stewart, già sua musa – insieme a Juliette Binoche – in “Sils Maria”, per “stabilire cosa accade tra il visibile e l’invisibile”