“L’ora più buia”

Candidato a 6 premi Oscar (Film, Attore protagonista, Fotografia, Scenografia, Costumi, Trucco e acconciature), “L’ora più buia” (Darkest Hour) di Joe Wright è ambientato nell’ora più buia (da titolo) dell’Inghilterra, durante la Seconda guerra mondiale. Infatti, è il momento cruciale della scelta, da parte del Primo ministro britannico Winston Churchill (Gary Oldman, già vincitore del Golden Globe), tra l’armistizio con la Germania nazista o l’intervento nel conflitto vero e proprio

Anna Karenina

Ennesimo adattamento per il grande schermo della “più grande storia d’amore”, ma il più originale e innovativo, da tutti i punti di vista. Nonostante le apparenze “Anna Karenina” di Joe Wright, il regista di “Espiazione”, sceneggiato niente meno che dal drammaturgo Tom Stoppard (Oscar per “Shakespeare in Love”), rilegge il testo di Lev Tolstoj riportandolo alla sua statura di capolavoro, di spietato ritratto della Russia imperiale, tra fascino e decadenza, ricerca di identità, onore e pregiudizio