Ermanno Olmi, un maestro di umanità e poesia del cinema mondiale

Scomparso un altro grande maestro del cinema italiano e mondiale, Ermanno Olmi il narratore della vita quotidiana, dell’uomo, dei suoi sogni e delle sue miserie. Uno sguardo sacrale, spesso poetico, cristiano e pacifista, mai del tutto pessimistico, ma aperto alla speranza che il nostro mondo e l’uomo stesso possano cambiare. Forse, una fiducia estrema nel genere umano al quale, comunque, non negava il lato oscuro

Torneranno i prati

A oltre cinquant’anni da capolavori come “La grande guerra” di Mario Monicelli, “Per il re e per la patria” di Joseph Losey, “Orizzonti di gloria” di Stanley Kubrick, un po’ di più da “La grande illusione” di Jean Renoir, un po’ meno da “Uomini contro” di Francesco Rosi, la prima guerra mondiale torna sul grande schermo in un film di Ermanno Olmi, per la prima volta su ‘commissione’