“I segreti di Wind River”

Neve e morte, segreti e menzogne, discriminazione e ingiustizia, razzismo e violenza sono gli ingredienti dello sconvolgente thriller “I segreti di Wind River” che segna il debutto nella regia dello sceneggiatore Taylor Sheridan, da “Sicario” di Denis Villeneuve a “Hell or High Water” di David Mackenzie, presentato due anni fa alla Festa del Cinema di Roma (ma non in sala) e candidato a quattro premi Oscar, inclusa la sceneggiatura

Scarpe rosse in cammino contro il femminicidio

“Zapatos Rojos” è un progetto d’arte pubblica dell’artista messicana Elina Chauvet. Consiste in un’installazione composta da numerose paia di scarpe rosse da donna, per puntare il dito contro l’omertà che avvolge la scomparsa e l’uccisione di centinaia di donne a Ciudad Juárez e per dire basta alla violenza di genere.

“The Disaster Artist”

Al peggio non c’è mai fine, nemmeno al cinema, questo è il cattivo esempio proposto da “The Disaster Artist” di e con James Franco – nomination agli Oscar per la Miglior sceneggiatura non originale – perché non di tratta di una parodia né di un semplice remake o della solita storia del “sogno americano”. E’ la storia della disastrosa carriera, anzi ‘dell’opera prima’ di un attore, regista, sceneggiatore e produttore di se stesso che – egocentrico e senza talento – è riuscito a fare un film talmente disastroso

“Loving Vincent” candidato al David di Donatello

Un lungometraggio d’animazione sul grande Van Gogh “Loving Vincent”, sceneggiato (con Jacek Dehnel), montato e diretto da Hugh Welchman e Dorota Kobiela, coinvolgente e originale perché dipinto a mano fotogramma per fotogramma ‘riproducendo’ lo stile del geniale e incompreso artista, e le sembianze degli attori che lo interpretano dando voce ai personaggi. Un’avventura durata sei anni, ora candidata all’Oscar (Miglior lungometraggio d’animazione), e al David di Donatello (Miglior film dell’Unione Europea)

“Poesia senza fine”

Finalmente nelle sale – anche se in uscite evento e/o riprese a richiesta – il nuovo film “Poesia Senza fine” (Poesia sin Fin”, 2016) del maestro surrealista Alejandro Jodorowski che, come nel precedente “La danza della realtà” (2013), continua la sua visionaria autobiografia. Quindi, il film è ancora ambientato e girato nel paese di origine dell’autore, il Cile e in una Santiago magica e pericolosa, esotica e fantastica in cui pullulano fermenti artistici

Streep, Hanks e Spielberg presentano “The Post” un film sulla libertà (di stampa) e sul potere (negato) delle donne

Arriva nelle sale italiane il 1° febbraio e sarà, sicuramente, uno dei protagonisti della notte degli Oscar. E’ “The Post” di Steven Spielberg con Meryl Streep e Tom Hanks, che racconta uno dei momenti cruciali della storia americana nei quali i comuni cittadini hanno dovuto decidere se mettere a rischio tutto per fare quello che credevano fosse giusto e necessario per proteggere la Costituzione e difendere la libertà del loro paese