Come scoprire il Takeshi Kitano scrittore con “Nascita di un guru” (1990)

Un romanzo per scoprire il Takeshi Kitano, alias Beat Takeshi, scrittore, oltre che attore (e comico), sceneggiatore, montatore e regista cinematografico esordiente a 42 anni e premiato ai festival di Cannes e Venezia per titoli quali “Hana-bi” (1997), “L’estate di Kikujiro” (1999) e “Dolls” (2002). “Nascita di un guru” (Kyoso tanjo, 1990), è un romanzo esistenziale

Il premio letterario Giuseppe Tomasi di Lampedusa allo scrittore spagnolo Fernando Aramburu in una serata condotta da Nino Graziano Luca

Sarà il giornalista, regista e autore radiotelevisivo Nino Graziano Luca a condurre la XV edizione del Premio Letterario “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”, sabato 4 agosto alle ore 21 in Piazza Matteotti. Accanto a lui l’attrice e conduttrice Roberta Giarrusso.  Tra gli ospiti della serata Giancarlo Giannini e Noemi. A vincere quest’anno il premio letterario è lo scrittore Fernando Aramburu

Da domani a Roma, “Letterature Festival Internazionale” nella magica atmosfera della Basilica di Massenzio

Apre domani a Roma uno degli appuntamenti più attesi della Capitale: Letterature Festival Internazionale, ideato e diretto da Maria Ida Gaeta con la regia di Fabrizio Arcuri, nella tradizionale sede della Basilica di Massenzio, uno dei primi simboli della storica Estate Romana. L’inaugurazione è affidata a tre scrittori diversi per scrittura e stile, Tara Westover, Gianrico Carofiglio e Aurelio Picca

Il libro di Laura Corbu, “La mia ombra è un leone danzante” (Gattomerlino), autobiografia “fra paura, profondità e poesia”

Presentato ieri al Gattomerlino Spazio di Roma il libro di Laura Corbu “La mia ombra è un leone danzante” (edizioni Gattomerlino). Un racconto autobiografico, “la storia di una grave forma di mania di persecuzione – scrive Piera Mattei nella postfazione che ha letto in apertura di serata -, scatenata da una passione amorosa non adeguatamente ricambiata. Sono rimasta colpita dalla sincerità e limpidezza di quella scrittura, dal suo pudore senza pudore”

Il ritorno dell’antologia

di Lorenzo Stella
La tentazione dell’antologia, in chi abbia una certa maturità anagrafica e di lettura, insorge quasi inevitabile. Trasmettere agli altri le proprie esperienze, i propri consigli e avvertenze, è un atto di presunzione e generosità assieme, teso a rendere più persone possibili partecipi di un percorso di crescita.