Richard Brooks

Un piccolo grande maestro del cinema americano, Richard Brooks, autore di classici come “Il seme della violenza” e “La gatta sul tetto che scotta”, da “A sangue freddo” a “In cerca di Mr. Goodbar”, come spesso accade – o accadeva – ha vinto un solo Oscar (Miglior sceneggiatura non originale) per “Il figlio di Giuda” (Elmer Gantry, 1960)

Tornano nei cinema italiani “Gli uccelli” di Alfred Hitchcock

Ritorna al cinema, in versione restaurata, uno dei capolavori incompresi di Alfred Hitchcock “Gli uccelli” (1963), tratto da un racconto di Daphne Du Maurier, della quale il ‘maestro della suspense’ (o del brivido se preferite) aveva già portato sullo schermo “La taverna della Giamaica” e, vent’anni prima, “Rebecca, la prima moglie”

Bernardo Bertolucci

Con Bernardo Bertolucci – morto ieri, 26 novembre 2018, a Roma a 77 anni – scompare un maestro della seconda generazione del dopoguerra, sceneggiatore, regista e produttore. Un autore con la A maiuscola che ha rivoluzionato il cinema mondiale, vincitore di nove Oscar con un solo film, “L’ultimo imperatore”, multi premiato in tutto il mondo, da Venezia a Cannes

Karl Freund

Anche Karl Freund, come molti altri suoi colleghi, emigrò negli Stati Uniti dalla Germania (nazista) dove avuto una folgorante carriera come direttore della fotografia lavorando (e dando grande contributo) ai massimi capolavori dell’espressionismo. Nato a Kociniginhof, Boemia (oggi Repubblica Ceca) nel 1890

Tay Garnett

Tay Garnett, – artigiano di lusso di Hollywood’ -, all’anagrafe William Taylor, era nato a Los Angeles, California, il 13 giugno 1894, un anno prima della nascita del cinema. Inizia la sua carriera come scrittore di racconti e disegnatore di fumetti per riviste popolari, prima di diventare pilota dell’aviazione militare durante la Grande Guerra

Victor Fleming

Victor Fleming ovvero la professione di regista, Victor Fleming il sicuro mestiere, Victor Fleming l’anonimo artigiano che diresse i film più famosi di Hollywood. Sì, quel giovane autodidatta nato a Pasadena (La Cañada Flintridge), California, il 23 febbraio 1889 (ma alcuni sostengono nel 1883) e morto a Cottonwood, Arizona, il 6 gennaio 1949 e firmò film mitici come “Via col vento” e “Il mago di Oz”

Lina, anticonvenzionale e coraggiosa regista da Oscar, compie 90 anni

Lina la ribelle, Lina l’innovativa, Lina l’autrice, Lina la Wertmuller. Regista anticonvenzionale e coraggiosa, Arcangela Felice Assunta Wertmuller (vero nome) compie oggi 90 anni – Roma, 14 agosto 1928 – ma è sempre vivace e ironica, e ricorda che la vita va vissuta lavorando e divertendosi. La prima donna candidata all’Oscar per la regia (con “Pasqualino Settebellezze”, nomination anche per la sceneggiatura

Fritz Lang a 42 anni dalla morte

Fritz Lang il genio, Fritz Lang il maestro, Fritz Lang l’anticipatore. Uno dei più grandi registi della storia, uno dei nomi di punta dell’asse Vienna-Berlino-Hollywood era nato proprio nella capitale austriaca (allora austro-ungarica) il 5 dicembre 1890. La sua carriera cinematografica iniziò dopo venticinque anni, anche perché il giovane Fritz, dopo aver studiato architettura e pittura, lasciò Vienna