“I morti non muoiono”

Presentato in apertura al recente Festival di Cannes, è arrivato nelle sale italiane “I morti non muoiono” (The Dead Don’t Die), scritto e diretto dal sempre sorprendente Jim Jarmusch, autore di film eterogenei, folgoranti e spiazzanti al tempo stesso, sarà per quello che già sulla Croisette ha diviso critica e pubblico

“Generazione Diabolika”

Arriva nelle sale il documentario “Generazione Diabolika”, opera prima di Silvio Laccetti che ripercorre la storia inedita di un ‘locale’ romano mitico, il Diabolika appunto, che nel giro di pochi anni è diventato un vero e proprio fenomeno di costume esportato poi su scala nazionale e internazionale

“Dicktatorship – Fallo e basta!”

Dopo aver fatto il giro del mondo con i loro tre precedenti, pluripremiati, docu-film (“Improvvisamente, l’inverno scorso”, “Italy: Love It or Leave It”, “What is Left?”), anzi docu-fiction, Gustav Hofer & Luca Ragazzi confermano la loro capacità di farci partecipi del loro interesse per i ‘problemi’ sociali e politici

“American Animals”

di José de Arcangelo
Dopo il sorprendente documentario “L’impostore” (2012), Bart Layton passa alla finzione, anzi alla docu-fiction visto che si tratta di una storia vera che sembra inventata: “American Animals”, dove prendono parte anche i veri protagonisti nelle vesti di narratori della loro pazzesca vicenda. Infatti, Layton sceglie gli azzeccati toni della commedia

“Sarah & Saleem – Là dove nulla è possibile”

di José de Arcangelo
L’opera seconda del palestinese Muayad Alayan, “Sarah & Saleem – Là dove nulla è possibile” racconta la storia extraconiugale tra Sarah (Silvane Kretchner) proprietaria di un caffè ebraico e Saleem (Adeeb Safadi) fattorino arabo. Una storia apparentemente banale non fosse perché è ambientata a Gerusalemme

“Pallottole in libertà” (En liberté!)

Ancora una commedia targata Francia, stavolta scatenata e divertente, un mix di generi davvero efficace: “Pallottole in libertà” (En liberté) firmata dallo sceneggiatore, regista e attore comico, popolarissimo in patria, come Pierre Salvadori. Dei suoi film da regista in Italia sono usciti soltanto tre, tra cui “In amore c’è posto per tutti” (2003)

“L’angelo del crimine” (El Angel)

Dopo aver conquistato quasi tutti i festival del mondo (20),  da Cannes (Un Certain Regard) all’Havana Film Fest, tre premi (Cuba, Fest International FilmFest e Fenix), e proposto per l’Oscar al Miglior Film Straniero, arriva finalmente nei cinema italiani, “L’angelo del crimine” (El Angel) dell’argentino Luis Ortega, figlio d’arte

“Quel giorno d’estate” (Amanda)

Nella selezione ufficiale della 75.a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e presentato in anteprima a Rendez Vous, la rassegna del Nuovo Cinema Francese, arriva ora nelle sale italiane “Quel giorno d’estate” (Amanda) di Mikhael Hers, sceneggiato con Maud Ameline. Un dramma sulle conseguenze degli attentati terroristici