Un inferno comodo nel paradiso romano

È visibile fino al 1 aprile 2018 presso la Real Academia de España – Roma, Piazza San Pietro in Montorio 3 – un progetto di Eugenio Ampudia: “Un inferno comodo”.

Monet, il segreto infinito della rappresentazione

Nel momento in cui il ministro della Cultura, Dario Franceschini, rivendica con giustificato orgoglio i dati record dei musei nel 2017, il mercato italiano del bello segna un altro successo, quello della mostra di Monet al Vittoriano di Roma, oggetto di un autentico assedio.

Inferno, Purgatorio e Paradiso di una pupara

  Se i pupi siciliani sono stati dichiarati dall’Onu “patrimonio dell’umanità, lo si deve soprattutto a Mimmo Cuticchio, puparo e cuntatore (com’è chiamato chi spiega e commenta la recita), nato sulle tavole del teatrino dove il padre e i fratelli maggiori portavano in giro per i piccoli paesi della Sicilia le eroiche gesta del Paladini di Francia.

Per la prima volta Arcimboldo in mostra al Palazzo Barberini di Roma

Dimenticato per secoli e riscoperto negli anni Trenta del Novecento dai surrealisti, Arcimboldo approda a Roma in una mostra – dal 20 ottobre 2017 all’11 febbraio 2018 -, a Palazzo Barberini, organizzata dalle Gallerie Nazionali di Arte Antica e da Mondo Mostre Skira, a cura di Sylvia Ferino-Pagden, una delle maggiori studiose di Arcimboldo e già Direttore della Pinacoteca del Kunsthistorisches Museum di Vienna, e con la direzione scientifica delle Gallerie

Grande successo per “Una sirena a Borgomaro”

La mostra  della pittrice e scultrice Serenella Sossi “una Sirena a Borgomaro…” a Palazzo Doria in Borgomaro, grazioso paese dell’entroterra del ponente ligure in provincia di Imperia, iniziata lo scorso 5 agosto ha avuto un notevole successo ed è stata prolungata fino a domenica 27 agosto 2017.

A Viterbo una Mostra che è un Tesoro, quello di Santa Rosa e del suo vecchio monastero

Un monastero, una giovane santa e un tesoro che per secoli è stato conservato con devozione. La mostra “Il tesoro di Santa Rosa. Un monastero di arte, fede e luce” – dal 2 settembre 2017 al 6 gennaio 2018 – nasce dall’intento di esporre insieme per la prima volta, consegnandoli al piacere del pubblico, preziosi manufatti tra cui manoscritti, documenti, dipinti, ceramiche e argenti sacri che ricostruiscono la vita della Santa e le vicende meno note del monastero