Al Gattomerlino Spazio “L’infinito dei verbi” Nuova raccolta di poesie di Piera Mattei

gatto invito

A sette anni da “Le amiche sottomarine”(Passigli)
esce “L’infinito dei verbi” (Manni edizioni)
ultima raccolta di poesie di Piera Mattei

Sinossi
In questa ultima raccolta di poesie di Piera Mattei, le parole quanto più sono pronunciate nella loro forma indefinita, tanto più sono pronte a definirsi in pensieri e accadimenti, in un ritmo aperto, che accoglie i gesti divenuti necessari insieme alle rivelazioni nuove e ossessive. Prende vita una riflessione su concetti e suoni che pronunciamo quotidianamente – Io, Spazio, Natura, Paura – su imperativi interni ed esterni, sulla meraviglia dell’intelligenza matematica innata, sul coraggio del pensiero e della progettualità.
Una poesia tutta al presente, dove è assente la narrazione del ricordo, dove l’accadimento attuale, improvviso, eccezionale, rimanda, su altra scala, alla regolarità di quell’evento.
Nell’ampia Appendice poesie scritte in decenni passati, rimaste inedite, flash o cronache di incontri in paesi lontani.

  Piera Mattei dopo una laurea in filosofia, studi e realizzazioni nel campo del teatro e del cinema, e una collaborazione decennale alle pagine culturali di testate nazionali (Paese sera, Quotidiano dei Lavoratori, Quotidiano Donna) e riviste culturali, dal 1991 al 2013 è stata nella redazione della rivista di poesia internazionale Pagine, nella quale si è occupata soprattutto di critica letteraria e di traduzione di poeti stranieri.
Negli ultimi venti anni ha pubblicato raccolte di poesie, di racconti, testi di critica letteraria, curatele, con gli editori: Emilio Mazzoli (una raccolta di poesie “Campione di pelle” finalista al premio Delfini ripubblicate poi dalle edizioni Sossella nel volume “Poesie dell’inizio del mondo”) con Zone editrice, con Passigli, con Via del vento, con Manni e con altri editori. Ha firmato molte traduzioni di prosa e di poesia, in particolare di poeti contemporanei d’Europa e d’America e di classici degli ultimi secoli.