Torna a Campobasso “Kiss Me Deadly” la rassegna dedicata al Noir fra cinema, letteratura e fumetti

Kiss Me Deadly, la kermesse nata nel 2015 per esplorare le nuove frontiere del noir, torna anche quest’anno, dal 26 al 31 agosto 2019, sulla terrazza del Palazzo GIL a Campobasso con un programma di esperienze e visioni a tinte fortemente nere, thriller e pulp.

La kermesse – evento ideato e realizzato dall’Associazione Culturale Kiss Me Deadly e prodotto dalla Fondazione Molise Cultura, con il patrocinio di Lucca Comics & Games – si aprirà con l’anteprima di “Il Regno” dello spagnolo Rodrigo Sorogoyen – nelle sale dal 5 settembre -, straordinario noir politico vincitore di 7 Premi Goya. Il film fotografa l’ultima drammatica stagione della vecchia partitocrazia e le sue aberrazioni con un thriller ansiogeno che affonda il protagonista in una notte sempre più tenebrosa.

Per gli Incontri con gli Autori, Valerio Varesi, creatore delle avventure poliziesche del commissario Soneri ci parlerà del giallo come “meccanismo di scandaglio della realtà”.

Mentre il giornalista d’inchiesta Fabio Sanvitale presenterà il suo documentario “Pasolini, poesia e sangue”, nel quale si torna ad indagare, sotto una nuova prospettiva, sull’omicidio dello scrittore e regista; ‘Scrivere il Crimine’ è il titolo del suo incontro serale con il pubblico mentre nel workshop pomeridiano ci introdurrà al ‘Giornalismo investigativo: cos’è e come si fa’. La presentazione della Guida alla letteratura noir di Walter Catalano completa le proposte dedicate alla letteratura di genere.

Per la tradizionale sezione Comics, curata da Andrea Fornasiero, ospite Maurizio Lacavalla che ci racconterà il suo libro a fumetti “Due attese”, onirica indagine su un uomo misteriosamente scomparso, dove la Seconda Guerra Mondiale fa da sfondo alla storia.

Daniele Bigliardo, fondatore della Scuola Italiana di Comix, parlerà invece delle storie disegnate per Dylan Dog e delle trasposizioni a fumetti dei romanzi di Maurizio de Giovanni dedicati al commissario Ricciardi. Entrambi condurranno dei workshop pomeridiani sul fumetto: ‘L’innesto Surreale’ a cura di Lacavalla e ‘Incubo Noir’ condotto da Bigliardo. Per iscriversi gratuitamente:laboratori.kmd@gmail.com

 ‘Occhi sul Noir’ è la grande mostra della V edizione, dedicata all’epopea delle fotobuste cinematografiche dei film noir e curata dal collezionista e critico Paolo Zelati, che guiderà il pubblico attraverso la storia, gli artisti e gli aneddoti sulla cartellonistica cinematografica. Occasione rarissima per rivedere i volti dei più grandi protagonisti della stagione classica del noir: da Humphrey Bogart a Barbara Stanwyck, da Lauren Bacall a Robert Mitchum.

Novità assoluta della kermesse è la prima produzione originale di Kiss Me Deadly, il progetto PULPmanzo, di Manuel Civitillo con gli scatti di Massimo Di Nonno, in collaborazione con il Centro per la Fotografia Vivian Maier di Campobasso: durante la settimana dell’evento verrà realizzato un fotoromanzo noir in stile anni ’70, tutto ambientato a Campobasso, che sarà poi stampato e distribuito, in un’edizione da collezione a tiratura limitata, il giorno di chiusura.

‘Nascita di un PULPmanzo’, è invece il backstage che sarà realizzato da Matteo Blanco sui set fotografici e che verrà proiettato l’ultima sera.

La sezione cinematografica includerà anche una seconda anteprima, il noir franco-belga “A Bluebird in My Heart” di Jérémie Guez, inedito in Italia. Gli altri film selezionati per le ‘Dark Nights’, sono: “Cocaine – La vera storia di White Boy Rick” di Yann Demange, che ricostruisce la vera vicenda del più giovane informatore dell’FBI nella Detroit degli anni ’80, città simbolo dell’industria automobilistica nazionale assediata da un perenne inverno, per buttare uno sguardo sul passato che è anche, in filigrana, uno sguardo sul presente. Premio del Pubblico al Sundance Film Festival 2018, al Rotterdam International Film Festival 2018 e al Torino Film Festival 2018; “Il colpevole – The Guilty” di Gustav Möller, virtuosistico tour-de-force in tempo reale che racconta la lunga notte di un poliziotto – al telefono – in un giallo fitto di colpi di scena.

“L’angelo del crimine” (El angel) di Luis Ortega, è il film ispirato alla vera storia di Carlos Eduardo Robledo Puch, lo psicopatico pluriomicida più famoso d’Argentina che, ventenne, fu condannato all’ergastolo per 11 delitti.

“Fratelli Nemici – Close Enemies” di David Oelhoffen rilegge la grande tradizione del polar aggiornandola allo scenario delle moderne periferie urbane e dell’immigrazione.

Infine, un omaggio a Georges Simenon con due classici ispirati ai romanzi dello scrittore, restaurati dalla Cineteca di Bologna, chiude il cartellone delle proiezioni.

Per celebrare il centenario della nascita della Bauhaus, il Bang Bang Bar, allestito nel Palazzo GIL, sarà arredato con una serie di opere grafiche che ripropongono l’estetica della storica corrente artistica. Completano il programma i quotidiani aperitivi musicali con il vinile che si chiuderanno sabato 31 agosto in compagnia di Luzy L noto animatore di eventi musicali romani super pop che proporrà una selezione che spazia da Yma Sumac agli Air, da Badly Drown Boy a Catherine Spaak, ideale da ascoltare sorseggiando un aperitivo ma anche per danze sfrenate, come se Peter Sellers fosse con noi a bordo piscina.