A Venezia Orizzonti anche lo spagnolo “Madre” di Rodrigo Sorogoyen

“Madre” dello spagnolo Rodrigo Sorogoyen – già autore del thriller politico “Il regno” (dal 5 settembre nelle sale italiane distribuito da Movies Inspired) -, sarà presentato nella selezione ufficiale della sezione Orizzonti della 76.a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

LA STORIA

Sono trascorsi dieci anni dalla scomparsa del figlio di Elena, allora un bambino di sei anni. Dieci anni da quella telefonata in cui, solo e sperduto su una spiaggia delle Landes, le aveva detto che non riusciva più a trovare suo padre. Oggi Elena vive su quella spiaggia e lavora in un ristorante in riva al mare. Devastata da quel tragico episodio, va avanti con la sua vita, alla meno peggio. Fino al giorno in cui incontra un adolescente che le ricorda troppo il figlio scomparso.

“Scrivere, creare, fare un film – afferma l’autore nelle note -. Confezionare una storia usando il linguaggio cinematografico è un compito arduo, lento e talvolta, intollerabile. Un cammino tortuoso, un’avventura estenuante, affascinante, spesso rivelatoria. Si è convinti che la cosa più importante sia il prodotto finale, il coacervo di immagini e suoni presentati allo spettatore e condensati, ad esempio, in un centinaio di minuti. Ma tutti noi sappiamo bene (anche se tendiamo a dimenticarlo) che ciò che veramente ci tiene legati a questa professione da suicidio, a volte gratificante, a volte ingrata, è il cammino che percorriamo durante il processo creativo. Un cammino nel corso del quale impariamo a coesistere, a lavorare, a perfezionare le nostre competenze, qualunque esse siano, e che, se sappiamo essere attenti, ci dà grandi lezioni di vita. Mi appresto a raccontare il percorso seguito con questo progetto così singolare, affinché il lettore comprenda il desiderio, la volontà e la forza che ci ha dato l’impulso per la sua realizzazione”.