La 16.a edizione del Magna Graecia Film Fest dedicata a Sergio Leone, ospite d’onore Pupi Avati e una sezione libri

A Catanzaro, dal 27 luglio al 4 agosto 2019, la 16.a edizione del Magna Graecia Film Festival, kermesse cinematografica ideata e diretta da Gianvito Casadonte e dedicata alle opere prime e seconde. Masterclass, proiezioni, dibattiti, presentazioni di libri e performance musicali animeranno il festival nel cuore della Magna Graecia.

Dedicato quest’anno al Maestro Sergio Leone, dopo quella dedicata a Vittorio De Sica l’anno scorso, il festival conferma la presenza alla conduzione dell’attrice Carolina Di Domenico. Tra gli ospiti più attesi la Madrina dell’evento Euridice Evita Axen, Pupi Avati, tornato all’horror con “Il signor Diavolo”; Vinicio Marchioni, Valerio Mastandrea, Nicolas Vaporidis, Marco Leonardi, Cristina Donadio, Milena Vukotic, Herbert Ballerina, Isabella Ferrari, Francesco Pannofino, Giulia Penna, Christopher Lambert, protagonista di tanti film-cult, primi fra tutti “Greystoke – La leggenda di Tarzan” e “Highlander – L’ultimo immortale”.

Da questa edizione, nasce un nuovo filone del festival: il Magna Graecia Book Festival, rassegna letteraria dedicata a cinema, musica, televisione, radio e graphic journalism, diretta dallo scrittore, giornalista e critico letterario Andrea Di Consoli, collaboratore de Il Sole 24 Ore e Il Mattino, autore del programma televisivo “Il caffè di Raiuno”, responsabile delle Teche Rai su RaiPlay e autore di documentari.

Presentazioni di libri, incontri e dibattiti ogni giorno dal 28 luglio al 3 agosto, in due location, l’Hotel Perla del Porto di Catanzaro e l’Hotel Blanca Cruz di Caminia, in compagnia di attori, giornalisti, intellettuali e personaggi dello spettacolo. Dai romanzi di Andrea Purgatori (“Quattro piccole ostriche”, Harper Collins) a quelli di due attori conosciuti dal grande pubblico, Chiara Francini con “Un anno felice” (Rizzoli) e l’esordio di Marco Bonini con “Se ami qualcuno dillo”, storia famigliare di crescita e redenzione (Longanesi).

Quindi, la poesia protagonista del volume scritto dall’attore Antonio Petrocelli, che racconta la gloria della lingua dei padri poeti di Lucania in “Peraspina Perapoma” (Treditre editori). La giornalista e direttrice di Rai Teche, Maria Pia Ammirati presenta quindi il suo ultimo romanzo, “Due mogli. 2 agosto 1980” (Mondadori), che racconta l’Italia in un’istantanea feroce nel giorno della Strage di Bologna. Non manca naturalmente il racconto del cinema, con la monografia su Sergio Leone (“Quando i fuorilegge diventano eroi”, Castelvecchi) del regista, scrittore e storico del cinema e del teatro, Italo Moscati, ma anche il saggio su Vittorio De Seta (“Banditi a Orgosolo – Il film di Vittorio De Seta”, Rubbettino) dell’accademico Antioco Floris che sarà accompagnato dall’attrice e cantante Vera Dragone, nipote di De Seta.

Grande spazio sarà dedicato alla musica con Massimo Cotto e il suo libro “Rock Live” (Mondadori) e con “Groupie. Ragazze a perdere” (Odoya), di Barbara Tomasino. Quindi, “Massimo Riva vive!”, la vita rock dello storico chitarrista di Vasco (Baldini&Castoldi), di Massimo Poggini e della scrittrice Claudia Riva, sorella di Massimo, e con “Come un killer sotto il sole” (Mondadori), dedicato a Bruce Springsteen dallo scrittore Leonardo Colombati. Al Magna Graecia Book Festival anche Francesca Reggiani, con il libro di suoi monologhi e performance “Sono italiana, ma voglio smettere” (Ultra). Doppio incontro, quindi, con Toni Capuozzo, per la prima opera di graphic journalism italiana (“La culla del terrore”, Signs Publishing) e per un viaggio culturale nello spirito più autentico di un’epoca indimenticabile con “Andare per i luoghi del ’68” (Il Mulino).

Per  maggiori informazioni

www.magnagraeciafilmfestival.it
segreteria@mgff.it
https://it-it.facebook.com/MagnaGraeciaFilmFestival/

www.instagram.com/magnagreciafilmfestival/