Un ritratto inedito del suono nella performance di Maria Luisa D’Eboli sabato 29 al Macro di Roma


Un ritratto inedito del suono, quello di Maria Luisa D’Eboli, artista raffinata ed elegante che darà vita ad una performance – sabato 29 giugno 2019 al Macro di Roma – alla presenza di due artiste che hanno deciso di partecipare a questo interessante progetto. Si tratta di Adriana Ferreira, (flauto) e Floraleda Sacchi (arpa).

“Questa esperienza – come racconta Maria Luisa D’Eboli stessa – nasce proprio dall’incontro con questi importanti esponenti della musica classica, i cui suoni prodotti dai loro strumenti diventeranno fonte di ispirazione per questa singolare performance artistica. Una sorta di decoder, di interpretazione dei suoni che – ribadisce l’artista – fisserò istintivamente sulla tela, raffigurandone il lato più intimo ed espressivo”.

Maria Luisa D’Eboli realizzerà la sua opera usando un pennello particolare appositamente costruito per l’occasione, lungo 1 metro e 50 centimetri. Altri musicisti hanno contribuito a questo progetto tra cui Lorenza Borrani (Violino), Mathilde Lebert (Oboe), Patrick Messina (Clarinetto), Theodor Coman (Viola), Ricardo Serrano (Corno), Filippo Lattanzi (Percussioni). Ha partecipato al progetto anche Daniel Zalay, donando un prezioso contributo.

 

MACRO

Museo di arte contemporanea di Roma

Salone del Forum

29 giugno 2019
Alle ore 20.00
Via Nizza, 138
00198 Roma

Per info 06 696271