Una piacevole e divertente rivisitazione di “Uomo e galantuomo” di Eduardo con la Compagnia Uno alla volta

di José de Arcangelo

L’Associazione Culturale Teatrale Uno Alla Volta ha portato in scena nel mese scorso – al Teatro in Portico di Roma – la prima commedia del giovane Eduardo de Filippo “Uomo e Galantuomo”, spettacolo in tre atti, con la regia di Fiorenzo Perrone. Infatti, si tratta della tipica commedia degli equivoci scritta da Eduardo nel 1922 per il fratellastro Vincenzo Scarpetta e portata in palcoscenico per la prima volta nel 1924 come “Ho fatto un guaio? Riparerò!”, che l’autore incluse nel gruppo ‘Cantata dei giorni pari’. Il 23 febbraio 1933 lo stesso Eduardo la portò in scena con la sua compagnia col titolo definitivo, e qualche variazione, “Uomo e galantuomo”.

Ospiti  del ricco e giovane don Alberto De Stefano, a Bagnoli nell’albergo gestito da un suo amico, sono gli attori di una sgangherata compagnia teatrale: “L’eclettica”, così chiamata perché pretende di esprimere il suo talento in ogni genere dell’arte teatrale.

Dato che la sera precedente, l’esibizione della compagnia si è svolta tra l’indifferenza e gli insulti del pubblico – un attore per difendere la primadonna che era stata offesa, si è preso un pugno sul naso da uno spettatore – il capocomico Gennaro De Sia vuole riscattarsi dalla brutta figura e impone una prova del nuovo melodramma che sarà messo in scena: “Malanova” di Libero Bovio che gli scalcinati attori massacrano per la loro incompetenza ma che evidentemente lo stesso Eduardo non doveva stimare molto se la trasforma in una vera e propria farsa. Da qui una serie di esilaranti equivoci a catena fra tradimenti e fughe, sorprese e arrivi, sentimenti e follia, teatro e vita.

Uno spettacolo piacevole e divertente al punto giusto, ambientato quasi un secolo fa ma ancora efficace, visto che parla di vizi e virtù della gente comune, ambizioni e sogni, allora come oggi, tra intrighi e menzogne, amori e rivalità. Naturalmente, alla fine, verrà a gala tutta la verità e ognuno avrà quel che si merita.

I sempre bravi attori della compagnia Uno alla Volta: Gennaro Fenizia (Gennaro), Alberto De Stefano (Fiorenzo Perrone), Lucia Formicola (Bice), Elio Giorgio Gaggia (Lampetti), Silvia Esposito (Viola), Tommaso Castria (Carlo Tolentano), Anna Maria Vassallo (Florence), Vincenzo Cristiano (Vincenzo), Gennaro Improta (Attilio), Nadia Marciano (Ninetta), Patrizia Crispino (Matilde), Antonio De Lucidibus (Salvatore), Edoardo Schiaffi (Di Gennaro), Matilde Angelini (Assunta). Riprese video: Salvatore Guglielmino.

Gli spettacoli dell’associazione, il cui ricavato viene sempre offerto in beneficienza ad associazioni e onlus, verrà ripreso nel mese di aprile. Per informazioni potete lasciare un vostro messaggio sulla pagina facebook dell’Associazione Culturale Teatrale Uno alla Volta di Roma.