In uscita “Modalità aereo” la nuova garbata commedia di Fausto Brizzi

di José de Arcangelo

Presentata alla stampa ieri al Teatro Eliseo, la nuova commedia di Fausto Brizzi “Modalità aereo” – nelle sale italiane dal 21 febbraio -, sceneggiata dal regista con Paolo Ruffini, Herbert Simone Paragnani, da un’idea dello stesso Ruffini. Le tragicomiche vicende  di Ivano (Lillo) che pulisce i bagni dell’aeroporto insieme all’amico Sabino (Dino Abbrescia). Non è bello, non è ricco e tanto meno famoso, ma un giorno, poco prima di imbarcarsi su un volo per Sydney (24 ore di viaggio), Diego, un imprenditore, bello, ricco e famoso (Ruffini), ma antipatico, dimentica il cellulare di ultima generazione – dove c’è tutta la su vita -, proprio nella toilette.

Ivano lo trova ma non lo restituisce, anche perché il proprietario è all’inizio della traversata e lui ha un giorno di tempo per cambiare in meglio la sua vita sfruttando quel ‘tesoro’. E, dopo quelle faticose ore trascorse in ‘modalità aereo’, le vite di entrambi non saranno più le stesse. Quindi vizi e virtù, gioie e rischi delle nuove tecnologie.

“Era da tanto che volevo provare a fare un ‘classico di Natale’ – dice Brizzi, ‘bloccato’ dalle vicende legate a ‘Me too’ e ora ‘scagionato’ -, quei film ambientati durante le feste che vedono in ‘Una poltrona per due’ (di John Landis con Eddie Murphy e Dan Aykroyd ndr.) l’esempio inarrivabile”.

 

 

“Quando Paolo Ruffini mi ha raccontato quest’idea – prosegue -, ho capito subito che era quella giusta, un upgrade tecnologico proprio proprio del film di Landis, con gli stessi ingredienti, la ricchezza e la povertà, il rovesciamento di ruolo, la vita come posta in palio e un pizzico di buoni sentimenti. Ho scritto il film con Paolo stesso e Simone Paragnani e ho scelto un cast di attori che mi facevano ridere”.

“E’ venuto fuori un copione romanticomico – conclude – sull’importanza dell’amicizia, un tema che non affrontavo più da ‘Notte prima degli esami’ (ma lì erano adolescenti ndr.) e che quest’anno sento particolarmente mio. Un film per tutti, molto disneyano, con i buoni ed i cattivi, con una morale positiva”.

E proprio per quello più vicina alle commedie americane che a quelle italiane, tanto da risultare piacevole, brillante e divertente al punto giusto, e a spiccare tra le nostre commedie uscite negli ultimi mesi.

Nel cast un’inedita Violante Placido (Linda, la bellissima hostess), Caterina Guzzanti (Maria, la moglie di Ivano), Christian Monaldi (Luca), Luca Vecchi (Lorenzo), Veronika Logan (Veronica), Pablo & Pedro (Herbert e Simone) e la partecipazione di Sabrina Salerno nel ruolo di se stessa. La fotografia è firmata Marcello Montarsi, il montaggio Luciana Pandolfelli e le musiche Bruno Zambrini. Prodotto da Luca Barbareschi per Casanova Multimedia con Rai Cinema.