All’Euclide di Roma la commedia “Ehi Amore…credo di aver ingoiato il tuo chewingum”

  Di solito i cinema, quando sono costretti a chiudere, diventano banche o supermercati. Al contrario, il vecchio cinema romano Euclide, sito nell’omonima piazza al numero 34/A, a sinistra dell’imponente chiesa, è diventato teatro, dove oggi trovano ospitalità oltre agli spettacoli teatrali, anche concerti, mostre conferenze. Per venerdì 15, e nei prossimi giorni, è prevista l’andata in scena della commedia brillante “Ehi amore… credo di aver ingoiato il tuo chewingum”. Ne è autore e anche regista Vito Boffoli, anche direttore artistico della struttura. L’argomento ruota intorno all’inquieta e caparbia Denise, che a causa della sua passione per la musica è portata a una serie di incontri con personaggi apparentemente inconciliabili. Ecco il timido e fragile Marcello con i suoi comici fallimenti sentimentali, il cinico e arrogante Gianni Corbucci forte della sua posizione sociale e economica, l’affascinante Daria sicura di realizzare i suoi progetti grazie allo spericolato e saccente avvocato Max Scotti. Va da sé che le diverse situazioni sono destinate a intrecciarsi tra loro, dando luogo ad altre che con ironia, divertimento, aspirazioni, delusioni, ne fanno una commedia di notevole
attualità.
Ne sono interpreti Ilaria Serantoni, Alessandro Miele, Gianluca Cecconello, Francesca Brunetti, Paolo Maniscalco. Scene e luci di Vittorio Fedeli, coreografie di Pina Perla.

prenotazioni@teatroeuclide.it
Tel. 068082511 – 3922437778
Costo biglietto 15 euro, studenti 10.