Ultimi due giorni alle Scuderie del Quirinale per “Ovidio – Amori, Miti e altre Storie”

Ultimi due giorni per l’importante mostra “Ovidio – Amori, Miti e altre storie” – 17 ottobre 2018 – 20 gennaio 2019 – alle Scuderie del Quirinale in Roma, a cura di Francesca Ghedini. Una mostra che mette a confronto le parole di Ovidio e le opere d’arte che ha ispirato e continua a ispirare, sculture e dipinti, amori e miti, dee e dèi, uomini e donne, passato e presente, sogno e poesia. Infatti, tra gli autori dell’antichità, Publio Ovidio Nasone è senz’altro uno dei più amati; da duemila anni i suoi versi, che ci parlino d’amore e che narrino le avventurose storie degli dèi, ci restituiscono l’immagine di un mondo vivo, appassionato, sensibile alla bellezza in tutte le sue forme.

Mitologiche storie di amore e morte, di bellezza e di suggestione, di fugacità e di eternità. Realizzata grazie al prezioso contributo di prestigiosissime istituzioni nazionali e internazionali, lungo un percorso espositivo che parte dalla vita di Ovidio, immersa nelle vicende della Roma imperiale, per arrivare fino a noi serpeggiando tra i suoi versi e le sue parole che rivivono nelle opere d’arte.

“Un’opera arriva a sfidare l’eternità – affermano gli organizzatori – quando in essa si riconoscono i modi di pensare, di sognare e di esprimersi propri non solo dell’epoca in cui quell’opera è nata ma di tutte quelle a venire: è questo che è successo alle Metamorfosi di Ovidio, celebrate idealmente e rappresentate figurativamente nelle sale della mostra. L’eternità della Metamorfosi risiede nella loro inimitabile capacità di raccontare storie legando con naturalezza parole e immagini, esattamente come farà il cinema diciannove secoli dopo: eterna diventa quindi la narrazione dei miti, conosciuti e citati da chiunque nel corso dei secoli proprio nella versione tramandata da Ovidio e, in molti casi, entrati come antonomasia nel linguaggio comune; eterne sono le suggestioni estetiche evocate da Ovidio e diventate archetipi di sentimenti, tratti psicologici, caratteri, costumi di una società non più percepita come antica ma imperitura; come se esistesse ancora in un mondo parallelo, invariata, uguale a se stessa, prossima a noi ma immersa nelle nuvole come le divinità dell’Olimpo ovidiano”.

Orari di apertura al pubblico
Da domenica a giovedì dalle 10.00 alle 20.00
Venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30
L’ingresso è consentito fino a un’ora prima dell’orario di chiusura

http://www.scuderiequirinale.it