“Lola + Jeremy”

di José de Arcangelo

Doveva uscire a ridosso (nel novembre scorso) della presentazione nella sezione Panorama di Alice nella Città 2017 – la rassegna autonoma e indipendente nell’ambito della Festa del Cinema di Roma – la commedia francese “Lola + Jeremy” (titolo originale ‘Blockbuster’), scritto e diretto da July Hygreck. Sceneggiata con Tom Hygreck, la regista mette a frutto nella sua opera prima cinematografica tutta la sua esperienza precedente in cortometraggi, spot e video per raccontare una storia d’amore diversa in cui trovano posto tutti i campi in cui ha lavorato e persino tutti i generi cinematografici.

Quindi, un film giovane, ma non adolescenziale né giovanilistico, che fonde e confonde i diversi media e generi, incluso graphic novel e fumetti. Infatti, il protagonista, il ventisettenne Jeremy (Syrus Shahidi) è un attivissimo graphic designer che per sopravvivere, assieme all’amico Mathias (Tom Hygreck) gestisce l’agenzia Cercasi alibi disperatamente per creare finti alibi per mariti fedifraghi.

La venticinquenne Lola (Charlotte Gabris), invece, lavora in una ‘fumetteria’ ed è una patita di supereroi e dei film di Michel Gondry (se stesso in ruolo cameo e il chiaro riferimento sono, ovviamente, i suoi film), tanto che ha visto e rivisto innumerevoli volte “Se mi lasci ti cancello”. La coppia decide di riprendere una sorta di video diario della loro storia. Lui, però, ha il padre in fin di vita e pensa di mostrarglielo per rendergli più gradevoli i suoi ultimi giorni. Ma lei poi, ignara, lo scopre da sola e, delusa e ferita, lo abbandona.

A quel punto, Jeremy, disperato, farà di tutto per riconquistarla, persino inscenare dei rapimenti di noti personaggi del cinema, purché lei non lo ‘cancelli’. E naturalmente la scelta cade sull’amato Gondry…

Infatti, il regista francese – sempre attivissimo – continua a realizzare video brevi ma non gira un lungometraggio dal 2015, quando uscì “Microbo e Gasolina”, preceduto da “Mood Indigo – La schiuma dei giorni” (2013) e dopo “The We and the I” (uscito in sala solo in Francia ma fece il giro del mondo dei festival), che non ebbero il successo dei precedenti, soprattutto di “Se mi lasci ti cancello” (2004), “Human Nature” (2001), “L’arte del sogno” (2006), “Be Kind Rewind – Gli acchiappafilm” (2008, altro riferimento di questo), “The Green Hornet” (2012). Quest’anno ha firmato la serie tivù “Kidding”.

Anche in “Lola + Jeremy” realtà e finzione si mescolano in un frenetico e gustoso gioco di ricerca fisica e artistica, fra yootuber e cinema d’autore, in un mix di generi e nuove tecnologie che dovrebbe conquistare soprattutto i giovani. Ma non solo.

Nel cast anche Sylvain Quimène (Mickael), Laura Boujenah (Sarah), Foed Amara (Sam), Thomas Maurion e Lionel Abelanski (Simon). Cameo anche del batterista Manu Katché, per anni a fianco di Peter Gabriel, e del rapper Youssoupha. La fotografia è firmata Antoine Roch, il montaggio Thomas Fernandez e le musiche originali da Herman Dune e Audrey Ismael.

Nelle sale italiane dal 10 settembre 2018 distribuito da Sun Film Group