“La ragazza dei tulipani”

di José de Arcangelo

Arriva nelle sale “La ragazza dei tulipani” (Tulip Fever) diretto dall’inglese Justin Chadwick (da “L’altra donna del re” a “Mandela: Long Walk to Freedom”), tratto dal romanzo di Deborah Moggach e da lei sceneggiato col drammaturgo e regista Tom Stoppard, con un cast internazionale di tutto rispetto.

Nella Amsterdam del XVII secolo, colpita dalla ‘mania del tulipano’, il ricco e mite mercante Cornelis Sandvoort (Christoph Waltz) sposa la giovane Sophia (Alicia Vikander, da “The Danish Girl” a “Tomb Raider”), cresciuta orfana in un convento. Nella spasmodica attesa di un erede, i due posano di fronte al pittore Jan van Loos (Dane DeHaan) per un ritratto che cambierà le loro vite. Quando, infatti, Sophia si innamorerà del pittore, i due escogiteranno un piano per vivere la loro passione clandestina, d’accordo con l’aiuto della cameriera Maria (Holliday Grainger), anche ‘voce’ narrante della storia.

Se vogliamo, la storia è degna di una telenovela di lusso, ma le ambizioni volano alto. Il riferimento diretto è “La ragazza con l’orecchino di perla” (soprattutto nel titolo italiano), e il classico mélo in costume, ma purtroppo Stoppard non ce l’ha fa a dar vita a una storia poco convincente, tecnicamente e formalmente ineccepibile ma senz’anima. Infatti, il film si rivela freddo e distaccato, tanto da non suscitare le emozioni e le passioni che promette. La svedese Vikander è perfetta nei costumi d’epoca come già aveva dimostrato nel suo film lancio internazionale “Royal Affair” di Nikolaj Arcel (2012) e poi in “Anna Karenina” di Joe Wright, sempre sceneggiato da Stoppard.

Quindi il ‘quadro’ non è riuscito ma la ‘cornice’ è ottima. Grazie alla fotografia di Eigil Bryld, alle scenografie di Roxana Alexandru, Will Coubrough, Bill Crutcher (supervisore), Nick Dent e Rebecca Alleway, e ai costumi di Michael O’Connor. Le musiche sono del bravo e prolifico Danny Elfman e il montaggio di Rick Russell. E sicuramente saranno loro ad aggiudicarsi almeno una nomination all’Oscar.

Nel cast anche la grande Judi Dench (la Badessa), Zach Galifianakis (Gerritt), Tom Hollander (Dr. Sorgh), Jack O’Connell (Willem Brock), Matthew Morrison (Mattheus), Kevin McKidd (Johan De Bye) e Douglas Hodge (Nicholas Steen).

Nelle sale italiane dal 6 settembre distribuito da Altre Storie per Leone Group