Lady Gaga, regina per un giorno alla 75.a Mostra del Cinema di Venezia

Ieri, nella terza giornata della 75.a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, è stata protagonista assoluta la cantante di origini italiane Lady Gaga, interprete della nuova versione di “A Star is born”, terzo remake stavolta firmato dall’attore Bradley Cooper alla sua prima prova da regista. Per Lady Gaga (all’anagrafe Stefani Joanne Angelina Germanotta), nel ruolo che fu di Janet Gaynor (William Wellman, 1937, 2 Oscar), Judy Garland (George Cukor, 1954, 6 nomination) e Barbra Streisand (Frank Pierson, 1976, 1 Oscar per le musiche di Streisand e Paul Williams), è la seconda esperienza di attrice, dato che è reduce dell’ottima performance in “American Horror Story”. Però stavolta Cooper l’ha voluta al ‘naturale’ senza trucco né maschere né travestimenti.

La storia è, ovviamente, non nuova, visto le quattro pellicole realizzate nel secolo scorso e le infinite variazioni sul tema del pigmalione e la ragazza, e sul successo dell’una e il tramonto dell’altro, tanto che persino l’acclamato “La La Land” è una sorta rivisitazione in chiave contemporanea, solo che i protagonisti sono quasi coetanei, come in questo caso.

“Quando ci siamo incontrati la prima volta per parlare del film – ha dichiarato Cooper – le ho subito dato i prodotti per struccarsi: non volevo alcun trucco sul suo viso. Avere Lady Gaga su un palco a cantare con te, anche se tu interpreti la parte del cantante d’esperienza e lei quello dalla principiante, è davvero incredibile. Lei con me è stata affettuosa, calda, mi ha messo sempre a mio agio”.  Tanto che l’arrivo al Lido, mano nella mano, faceva sembrare loro una vera coppia.

“Ha una voce incredibile – ha affermato la pop star di Cooper e ha voluto che nemmeno lui cantasse in playback -. E come lui mi ha accettato completamente come attrice, io ho accettato senza alcuna riserva lui come cantante. Come regista, poi, è bravissimo. E’ come un ninja, ha sempre un’idea precisa e determinata su cosa vada fatto, e riuscendo però allo stesso tempo a farmi sentire libera di esprimermi come volevo”.

L’anteprima mondiale del film ad un certo punto si è interrotta a causa del maltempo (sembra che un fulmine abbia colpito il palazzo del cinema fulminando letteralmente la lampada del proiettore), però per fortuna è stata ripresa un quarto d’ora dopo. Nel frattempo la protagonista ha lanciato baci agli spettatori e il regista sorrideva senza sosta. Infatti, già durante il red carpet Lady Gaga non aveva rinunciato alla passerella sotto la pioggia firmando autografi per non deludere la folla di fan che l’acclamava.