“Resta con me” (Adrift)

di José de Arcangelo

Un’avventura romantica e al tempo stesso tragica ispirata a una storia vera, raccontata nel libro omonimo “Resta con me” (Adrift) della stessa Tami Oldham Ashcraft e Susea McGearhart (edito da Harper Collins Italia), prodotta e diretta dall’islandese Baltasar Kormàkur (da “101 Reykjavik” a “The Deep”, candidato all’Oscar per il miglior film straniero, ed “Everest”).

Salpati da Tahiti sotto un meraviglioso cielo stellato, Tami Oldham (Shailene Woodley, già protagonista della trilogia “Divergent” e “Colpa delle stelle”) e il suo ragazzo Richard Sharp (Sam Claflin, da “Posh” a “Io prima di te”) sono giovani – lei americana ventenne, lui inglese trentenne -, innamorati e sognano una vita di avventure insieme in libertà. Ma dopo pochi giorni, nel mezzo dell’Oceano Pacifico, un uragano di proporzioni tanto inaspettate quanto terrificanti si abbatte sulla loro imbarcazione – affidata da una coppia di amici e diretta a San Diego – lasciando Tami priva di sensi.

Al suo risveglio, la giovane trova lo yacht distrutto e il suo ragazzo ferito, non lontano. Rimasti senza alcun mezzo di comunicazione (libro e film sono ambientati nell’83) e lontana settimane di navigazione dal porto più vicino, Tami deve confrontarsi con una straziante corsa contro il tempo per salvare se stessa e l’unico uomo che abbia mai veramente amato.

 

Merito di Kormàkur è quello di aver intervallato quei 41 giorni di disperata sopravvivenza (alla deriva come recita il titolo originale) con i flash back che precedono la tragica avventura: dal primo incontro dei due avventurosi e coraggiosi protagonisti alla nascita del loro amore fuori dal comune. Quindi, un film che coinvolge ed emoziona, raccontando una storia di sopravvivenza e passione, determinazione e coraggio, avventura e amore, senza eccessi di sentimentalismo, ma dando risalto al rapporto uomo e natura (in questo caso matrigna), ma anche uomo e radici (città e famiglia). E che riserva una sorpresa da non svelare a chi non ha letto il romanzo, uscito in Italia il mese scorso.

Tecnicamente e formalmente ineccepibile, “Resta con me” vanta – oltre la brava coppia protagonista – la fotografia di Robert Richardson e il montaggio di John Gilbert. Le musiche originali sono di Volker Bertelmann.

Nelle sale italiane dal 29 agosto 2018 presentato da O1 Distribution