Il jazz italiano per le strade del sisma

Il 31 agosto Scheggino protagonista per la seconda volta della
manifestazione jazz dedicata alle terre colpite dal sisma
che coinvolge 4 regioni e centinaia di musicisti

Venerdì 31 agosto 2018
piazza Carlo Urbani
SCHEGGINO (PG)
dalle 19.00 alle 23.30
INGRESSO GRATUITO

H 19.00 > 20.00
Tommaso Perazzo Trio
Tommaso Perazzo • pianoforte
Giuseppe Romagnoli • contrabbasso   Marcello Cardillo • batteria

H 21.00 > 22.00
Karima
Karima • voce   Fabio Giachino • pianoforte
Jacopo Ferrazza • basso e contrabbasso   Ruben Bellavia • batteria

H 22.15 > 23.15
Claudio Jr De Rosa Quartet
Claudio Jr De Rosa • sassofono   Alessio Busanca • pianoforte
Tommaso Scannapieco • contrabbasso   Luigi Del Prete • batteria

  Anche quest’anno l’Umbria, ed in particolar modo il comune di Scheggino (PG), con l’organizzazione e il sostegno di Associazione Visioninmusica, sarà coinvolta nel progetto del jazz Italiano dedicato alle terre colpite dal sisma, con una maratona di concerti che si svolgeranno il 31 agosto nella piazza principale del borgo umbro. L’iniziativa, che vedrà partecipare anche le Marche con Camerino (30 agosto, org. Musicamdo Jazz e TAM-Tutta un’Altra Musica), il Lazio con Amatrice (primo settembre, org. Fara Music) e l’Abruzzo con L’Aquila (2 settembre), è promossa da MiBAC – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dal Comune dell’Aquila-Comitato Perdonanza, sostenuta da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, in qualità di main sponsor, con il supporto di NUOVOIMAIE e il contributo tecnico di CAFIM, e organizzata dalla Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano”, Associazione I-Jazz, MIDJ – Musicisti Italiani di Jazz e Casa del Jazz.

  Centinaia di musicisti coinvolti, provenienti da tutta Italia: a Scheggino hanno confermato la propria partecipazione e si esibiranno rispettivamente, a partire dalle 19, il vincitore del Premio Internazionale Massimo Urbani Tommaso Perazzo, insieme al suo trio formato da Giuseppe Romagnoli al contrabbasso e Marcello Cardillo alla batteria, la cantante Karima, con Fabio Giachino al pianoforte, Jacopo Ferrazza al basso e contrabbasso e Ruben Bellavia alla batteria, e il sassofonista Claudio Jr De Rosa, in quartetto con Alessio Busanca al pianoforte, Tommaso Scannapieco al contrabbasso e Luigi Del Prete alla batteria. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito.

  Siamo molto lieti di poter ospitare per il secondo anno una manifestazione di così grande rilievo e pregio artistico nel nostro piccolo borgo, nel segno della solidarietà per le terre del sisma – afferma Paola Agabiti, Sindaco di Scheggino. L’esperienza dello scorso anno è stata bellissima e ha riscosso molto gradimento da parte del pubblico, non soltanto locale, che ha dimostrato di apprezzare la musica e l’evento in sé. Ci auguriamo di poter ripetere il successo della precedente edizione, consapevoli dell’importanza di spettacoli di così grande richiamo per il nostro territorio, che è molto bello e accogliente ma ancora bisognoso di aiuto per rompere il naturale isolamento in cui si trova.

  Essere di nuovo a Scheggino, all’interno del cratere del terremoto umbro – dichiara la direttrice artistica ed organizzatrice della manifestazione Silvia Alunni – significa per Visioninmusica continuare a rimanere vicini ai territori così duramente colpiti e ad assicurare la presenza di un’organizzazione di carattere nazionale quale I-Jazz, a testimonianza dell’attenzione del mondo del jazz italiano, anche ad anni di distanza dal sisma. Il vedere l’afflusso di persone anche da fuori regione ci riempie di orgoglio rappresentando un fattivo aiuto all’economia locale e aumentando la solidarietà tra le diverse regioni italiane.

  Si replica dunque il grande impegno e fatica e si auspica la stessa grande soddisfazione e riscontro avuti lo scorso anno in uno dei più bei borghi della Valnerina, sicuramente impreziositi dalla presenza del Comitato direttivo nazionale dell’intera manifestazione, un rilevante segnale di presenza ed efficienza della rete nel nome di un evento che ha riportato le terre del sisma all’attenzione della stampa nazionale.

BIOGRAFIE ARTISTI:

  Tommaso Perazzo, ventiduenne, studia attualmente “piano jazz” presso il Conservatorio di Amsterdam (NL). Negli ultimi anni si è esibito in Olanda, Germania, Belgio e Italia.
Nel giugno 2018 a Camerino vince la XXII edizione del Premio Internazionale Massimo Urbani “concorso per solisti jazz” e il premio della critica. Nel 2018 ha partecipato al concorso Keep en Eye International Jazz Award di Amsterdam, vincendo il 2° premio con il suo trio ed il premio come “Best Soloist”. Nello stesso anno è stato selezionato per le audizioni del Thelonious Monk Institute di Los Angeles, avendo così l’opportunità di suonare davanti a una giuria che comprendeva, tra gli altri, Herbie Hancock, Wayne Shorter e Ambrose Akinmusire. Nel 2016 ha partecipato al progetto Mixed Generations organizzato dalla Jazz Federation Hamburg in Germania, suonando in quartetto con Gregory Hutchinson alla batteria. Negli anni prece- denti ha partecipato a diversi seminari estivi e workshop, tra cui Siena Jazz (2014) e Tuscia in Jazz (2009-2010), vincendo nel 2010 il premio come “Best New Talent” nel concorso Jimmy Woode Award.

  Il jazz è il primo amore della cantante italo algerina Karima e, anche se nel suo presente non mancano esperienze molto diverse (come il ruolo da protagonista nel musical The Bodyguard o la partecipazione a Domenica In), Karima mantiene costantemente aperta la porta su quel mondo, che esplora con curiosità e passione: affronta dunque, con l’eleganza che la contraddistingue, un repertorio che comprende standard jazz, ma anche soul, fino alla canzone d’autore italiana, e chiede al pianista Fabio Giachino di elaborare per lei versioni su misura per la sua splendida voce.
Fabio Giachino è considerato uno dei talenti più interessanti del panorama nazionale, e accanto a lui a formare la ritmica di Voices sono il bassista Jacopo Ferrazza e il batterista Ruben Bellavia. Una formazione in grado di supportare la vivacità e la versatilità della cantante per un concerto pieno di emozione e grande musica.

  Claudio Jr De Rosa – classe 1992 – è un sassofonista, arrangiatore e compositore alla ribalta nella scena jazz europea. Nel 2016 è stato vincitore dei premi 1st Asian Saxophone Congress, Taiwan, Premio Nazionale C. Bettinardi, Louis van Dijk Jazz Award, mentre nel 2015 del Leiden Jazz Award. Dal 2013 vive tra Olanda e Italia, dove è leader e sideman di numerosi ensemble.
Sebbene sia ancora molto giovane, si è già esibito in numerosi festival e jazz club in Italia, Olanda, Francia, Belgio, Romania, Inghilterra e Taiwan. Nel novembre 2016 ha collaborato con la prestigiosa Jazz Orchestra of the Concertgebouw di Amsterdam. Dopo il successo ottenuto con il suo Zadeno Trio, ha formato nel 2016 il Claudio Jr De Rosa Jazz 4tet: una formazione dal taglio internazionale che lo vede impegnato con altri giovani musicisti attivi in Olanda. L’esordio discografico della band, intitolato Groovin’ Up! è edito dalla Incipit Records in collaborazione con LemonJazz.

ASSOCIAZIONE VISIONINMUSICA
via 1° Maggio, 40 • 05100 Terni
tel. +39 0744 432714 • mob. +39 333 2020747
www.visioninmusica.cominfo@visioninmusica.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it