“La Dolce Vitti”, la mostra su Monica donna, attrice e diva per tutta l’estate

A grandissima richiesta e dopo un successo di pubblico con migliaia di visitatori romani e da tutta Italia, che l’hanno decretata uno degli eventi espositivi della Capitale, Istituto Luce Cinecittà ha deciso di prorogare l’apertura de ‘La Dolce Vitti’, la grande mostra fotografica e multimediale dedicata alla diva, l’attrice, la donna Monica Vitti, organizzata da Luce-Cinecittà presso il Teatro dei Dioscuri al Quirinale per la cura di Nevio De Pascalis, Marco Dionisi e Stefano Stefanutto Rosa.

Monica la musa depressa dell’incomunicabilità per Michelangelo Antonioni, poi regina della commedia all’italiana, unica mattatrice del grande schermo amata e ammirata in tutto il mondo. Compagna insostituibile nei film di e con Albertone.

Una donna brillante, intelligente, creativa. Un’attrice che ha lavorato con grandi maestri: da Antonioni a Joseph Losey, da Ettore Scola a Luis Buñuel, da Mario Monicelli a Miklos Jancso. Una diva per ogni genere cinematografico che ha offerto una galleria straordinaria di donne vere e inventate, di ieri, di oggi e di domani.

Non a caso l’esposizione ha dimostrato in questi mesi, a chi l’ha vista e a chi spesso è tornato a vederla, quanto Monica Vitti con la sua arte e la sua immagine di donna sia presente, e quanto ancora manchi, faccia ridere e commuovere tutti gli spettatori. ‘La Dolce Vitti’ rimarrà aperta tutta l’estate, quindi anche al flusso di turisti dall’estero, tutti i giorni fino al 9 settembre (chiusura il lunedì), con orario dalle 10 alle 19.

Oltre all’esposizione, la mostra riproporrà al pubblico alcuni dei grandi film con protagonista Monica, ogni venerdì di luglio alle 20.30. Bissando anche qui un successo di presenze che nelle precedenti proiezioni ha visto sempre piena la sala dei Dioscuri.