Da domani a Roma, “Letterature Festival Internazionale” nella magica atmosfera della Basilica di Massenzio

Apre domani, 7 giugno 2018, a Roma uno degli appuntamenti più attesi della Capitale: Letterature Festival Internazionale, ideato e diretto da Maria Ida Gaeta con la regia di Fabrizio Arcuri, nella tradizionale sede della Basilica di Massenzio, uno dei primi simboli della storica Estate Romana. L’inaugurazione è affidata a tre scrittori diversi per scrittura e stile, Tara Westover, Gianrico Carofiglio e Aurelio Picca.

La prima, cresciuta in una famiglia mormone ha esordito proprio con “L’educazione”, un testo che racconta la fuga dalla comunità; il secondo, il più noto al pubblico italiano, è Carofiglio, ex magistrato ed ex politico, ha alle spalle una carriera di autore pluripremiato fin dal 2002 (“Testimone inconsapevole”) e autore delle serie dell’avvocato Guido Guerrieri e del maresciallo Fenoglio; l’ultimo, Picca (da “L’esame di maturità”, 1995, a “Capelli di stoppia. Mia sorella Maria Goretti”, 2016), ha appena sfornato il suo romanzo di amore e odio, “Arsenale di Roma distrutta”.

Il tema di quest’edizione del festival è “Il diritto / Il rovescio. L’inesauribile corrente delle parole”, mentre quello della prima serata “Pavidi e non” per cui i tre scrittori presenteranno testi inediti. L’attore Fabrizio Gifuni leggerà un testo dello scrittore e giornalista turco Ahmet Altan, attualmente in prigione per reati di opinione in seguito al tentativo di colpo di stato avvenuto in Turchia nel 2015. In chiusura di serata l’accompagnamento musicale al pianoforte di Andrea Feroci e Francesco Micozzi.

 

 

 

Seguiranno il 12 giugno Daria Bignardi, Michael Zadoorian e Stefano Massini; il 14 Yelet Gundar-Goshen, Michela Murgia, Ayad Akhtar, Davide Enia; il 19 Glenn Cooper, Khaled Khalifa, Marcello Simoni, Paul B. Preciado; il 21 Olivier Guez, Corrado Augias, Michael Imperoli, Alain Mabanckou; il 26 Laura Morante, André Aciman, Paolo Giordano; il 28 l’omaggio a Leopardi nel 200° anniversario della scrittura della poesia ‘L’infinito’, con Paolo Zellini, Corrado Bologna, Roberta Ioli, Silvia Bre e Franco Marcoaldi.

Chiusura, il 3 luglio, con la scrittrice Margo Jefferson e i cinque autori finalisti al Premio Strega 2018. Ma non è tutto perché oltre gli otto appuntamenti in programma, c’è una nuova sezione itinerante nelle sedi della rete Biblioteche civiche: ‘Letterature Off’. Infatti, durante i weekend porterà i temi del festival tramite concerti, spettacoli, letture, laboratori per bambini, presentazione di libri, passeggiate letterarie.

Inoltre, la Mostra del Festival ovvero ‘Cucire e Ricucire sul Diritto e il Rovescio’ alla Casa delle Letterature di Roma, in Piazza dell’Orologio 3, fino al 31 luglio 2018, con opere di Maria Lai. In esposizione un pannello in acetato dal titolo Cucire e Ricucire. Sul diritto e sul rovescio e quattro sculture dal titolo Le Stanze della Deledda dedicate dall’artista alla scrittrice Premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda.

 

http://www.festivaldelleletterature.it