“Avengers: Infinity War”

di José de Arcangelo

E’ approdato nelle sale di tutto il mondo, Italia inclusa, l’attesissimo nuovo capitolo della saga “Avengers: Infinity War”, sempre più all’insegna dell’ironia e del sano divertimento, sulla scia dei Guardiani della Galassia, stavolta ‘ospiti d’onore’ e di cialtroneria spaziale per un gustoso intrattenimento per tutti.

Diretto dai fratelli Anthony e Joe Russo (registi di due “Captain America: The Winter Soldier” e “Civil War”), e sceneggiato da Christopher Markus & Stephen McFeely, il nuovo capitolo dell’Universo Cinematografico Marvel è un riuscito mix di epica e intrattenimento, spettacolo e azione pura, sempre sostenuto da ottimi effetti speciali digitali, e mai in eccesso.

Stavolta gli Avengers e i Guardiani della Galassia devono affrontare insieme lo spietato Thanos che vuole impossessarsi di sei gemme elementari (una delle quali in possesso di Dr. Strange), che permettono a chi le possiede di raggiungere l’onnipotenza. Data la sovrappopolazione del pianeta, Thanos giustifica così la sua intenzione di sterminare ‘soltanto’ metà dell’umanità. In questo modo gli Avengers e in nuovi alleati Guardiani della Galassia dovranno fermarlo con ogni mezzo, anzi superpotere.

Ma gli spettacolari scontri stavolta sono innovativi, infatti “Avengers: Infinity War” è molto più coinvolgente degli ultimi prodotti cinematografici Marvel che pian piano avevano perso smalto, e c’è una battaglia tra le strade di New York davvero da antologia hollywoodiana.

Il nuovo blockbuster è una celebrazione, per gli appassionati – ma non solo -, del compimento di una saga del tutto inedita per la storia del cinema: dieci anni, venti film, due supergruppi. Non importa il titolo del prossimo capitolo, visto che questo si conclude con il più puro non finale (‘apertissimo’ e da non rivelare) e lancia la palla verso il seme da cui ripartirà una nuova era e un nuovo sequel. E il solito sotto finale dopo i titoli di coda.

Prodotta sempre da Kevin Feige, mentre Louis D’Esposito, Victoria Alonso, Michael Grillo, Trinh Tran, Jon Favreau, James Gunn e l’immancabile ultra novantenne, Stan Lee (anche se questa volta non c’è la consueta comparsata o quanto meno non è accreditata), sono i produttori esecutivi, la nuova super fantavventura (149’) ripropone la straordinaria squadra  (allargata) di attori già famosi: Robert Downey Jr. (Iron-Man), Scarlett Johansson (Black Widow), Chris Evans (Captain America), Tom Holland (l’ultimo Spider-Man), Chris Pratt (Star Lord), Chris Hemsworth (Thor), Benedict Cumberbatch (Dr. Strange), Mark Ruffalo (Hulk), Sebastian Stan (White Wolf), Elizabeth Olsen (Scarlet Witch), Karen Gillan (Nebula), Zoe Saldana (Gamora), Chadwick Boseman (Black Panther), Pom Klementieff (Mantis), Paul Bettany (Vision), Idris Elba (Heimdall), Tom Hiddleston (Loki) e Josh Brolin (Thanos), irriconoscibile e ora protagonista.

Nelle sale italiane dal 25 aprile distribuito dalla Walt Disney Productions Italy