“Loving Vincent” candidato al David di Donatello

Un lungometraggio d’animazione sul grande Van Gogh “Loving Vincent”, sceneggiato (con Jacek Dehnel), montato e diretto da Hugh Welchman e Dorota Kobiela, coinvolgente e originale perché dipinto a mano fotogramma per fotogramma ‘riproducendo’ lo stile del geniale e incompreso artista, e le sembianze degli attori che lo interpretano dando voce ai personaggi. Un’avventura durata sei anni, ora candidata all’Oscar (Miglior lungometraggio d’animazione, che probabilmente andrà al bellissimo “Coco”) e al David di Donatello (Miglior film dell’Unione Europea), dopo la nomination al Golden Globe.

Infatti, la pittrice polacca Kobiela, e il regista inglese Welchman (il film è una coproduzione), hanno intrapreso questo originale percorso per raccontare, attraverso la struttura del cinema noir, le ultime settimane di vita del pittore olandese trasferitosi ad Arles, in Francia, nel 1888.

E’ il giovane figlio del postino, Armand Roulin  (Douglas Booth), a ‘indagare’ non convinto del suicidio di Van Goh (si sparò nel campo di grano che aveva dipinto varie volte) e con il compito di consegnare l’ultima lettera del pittore al fratello Theo (Cezary Lucaszewycz).

 

 

Questo ‘viaggio’ lo porterà a incontrare tutte le persone che lo hanno visto negli ultimi giorni della sua vita. Dalla giovane padrona di casa, Adeline (Eleanor Tomlinson), a Pére Tanguy (John Sessions); dal pescatore al dottor Paul Gachet (Jerome Flynn) – che aveva confermato il suicidio – e sua figlia, Marguerite (Saoirse Ronan, da “Espiazione” a “Lady Bird”) presunta innamorata dell’artista (Robert Gulaczyk).

Il tutto per far rivivere l’inconfondibile stile, i personaggi, i temi e i luoghi del pittore, le pennellate vivide e i colori visionari. Un minuzioso lavoro (60mila tele dipinte a mano) che ha coinvolto un centinaio di artisti, attraverso la tecnica del Painting Animation Work Station.

Il film – ha vinto 11 premi internazionali e ha avuto 45 nomination – è stato presentato nei cinema italiani in uscita evento il 16 ottobre 2017 e poi riproposto il 18 dicembre (ha avuto il record di spettatori, 130mila) distribuito da Nexo Digital, che organizza proiezioni pubbliche anche in replica e probabilmente con le ultime nomination ce ne saranno altre.