Solo per tre giorni, dal Palcoscenico di Broadway al grande schermo italiano, “Romeo & Giulietta”

Ennesima ma non ultima trasposizione, visto che la celeberrima tragedia di Verona, immortalata da William Shakespeare torna regolarmente ogni vent’anni o quasi sul grande schermo (e non solo), e sono ormai centinaia le versioni, gli adattamenti, le rivisitazioni del classico per eccellenza dell’eterno amore in tutto il mondo.

Stavolta si tratta delle riprese dello spettacolo presentato a Broadway la scorsa stagione – ma non è un musical come tutti dicono o credono – con protagonisti l’attore britannico Orlando Bloom, diventato famoso sul grande schermo con le saghe dei “Pirati dei Caraibi” e “Il signore degli anelli”, e la bella e brava Condola Rashad, ventisettenne con due nomination  al Tony Award, premio riservato alle attrici teatrali.

Questa nuova produzione di “Romeo e Giulietta” rappresenta una versione contemporanea di una delle opere più amate e conosciute in tutto il mondo di Shakespeare. Rappresentata a Broadway per la prima volta in 36 anni, e diretta dall’inglese David Leveaux, che fornisce una ritrovata energia e un’ambientazione moderna a questa interpretazione del tragico racconto degli amanti di Verona.

Quindi,  uno spettacolo teatrale rappresentato – al prestigioso Richard Rogers Theatre – e ora presentato.come evento speciale al cinema per il pubbico italiano, oggi, domani e mercoledì – distribuito da Microcinema – per gli appassionati del palcoscenico, per i fan degli attori e per gli amanti dell’indimenticabile, romantico e poetico, testo.

Divisi dall’antica inemicizia tra le loro famiglie, e stavolta anche dalla razza, i Montecchi sono bianchi e i Capuleti neri e la rilettura, secondo Leveaux, “non solo si presta, ma è persino funzionale a una lettura razziale; perché il pregiudizio etnico demistifica chiaramente il rancore che separa le due famiglie”.

In questo modo il regista lo usa per mettere in risalto il chiaroscuro che attraversa l’intera tragica vicenda dei due giovani innamorati più celebri della storia (romantica) universale, rievocata ogni volta perché sempre attuale e travolgente, tanto che si adatta ad ogni momento storico e ad ogni condizione sociale. Dal mai dimenticato “Romeo e Giulietta e le tenebre”, ambientato durante la Seconda guerra mondiale, al più recente “Romeo + Giulietta” di Baz Lurhman con Leonardo Di Caprio e Claire Danes. Ed è dello scorso anno anche la nuova versione cinematografica targata Rai Cinema e diretta da Carlo Carlei, presentata in anteprima all’ultimo Roma Film Festival.

Nel cast Jayne Houdyshell (balia), Christian Camargo (Mercuzio), Corey Hawkins (Tebaldo), Chuck Cooper (Capuleti), Justin Guarini (Paride), Conrad Kemp (Benvolio), Roslyn Ruff (signora Capuleti), Brent Carver (frate Lorenzo), Tracy Sallows (signora Montecchi), Geoffrey Owens (Principe).

La regia cinematografica è di Don Roy King ed il montaggio di Rob Burgos.