“Bellissime: icone di ieri nella Roma di Oggi” alla Casa del Cinema

Una mostra fotografica – alla Casa del Cinema dal 7 novembre all’8 dicembre 2013 – che ripropone le intramontabili dive di Hollywood (e non), cinquant’anni fa anche protagoniste della ‘dolce vita’ romana. “Bellissime: icone di ieri nella Roma di Oggi” – a cura di Stefano Dominella – e ci offre ‘un fantastico red carpet tutto Made in Italy, attraverso le fotografie (‘rielaborate e rifatte con la polaroid) di Antonio Barrella.
“Si è scritto molto su ‘Roma e la Hollywood sul Tevere’ – dice Dominella, Vicepresidente Sezione Tessile, Abbigliamento, Moda e Accessori di Unindustria, organizzatrice della mostra -. Letterati, giornalisti, storici del cinema e della moda hanno evidenziato i tratti socio-culturali di quel periodo, ed hanno enfatizzato la cronaca del secondo dopoguerra, periodo di grande sviluppo e creatività, con quella ‘dolce vita’ che ha caratterizzato in maniera indelebile la capitale d’Italia nel mondo”.
Quindi, un viaggio nel passato per capire il nostro futuro attraverso le immagini sovrapposte delle dive sulla Roma eterna, quella di ieri, di oggi e di sempre.
“Questo mio nuovo lavoro fotografico – afferma il fotografo ed editor, Barrella – è dedicato al fascino intramontabile delle dive americane che hanno contribuito nel dopoguerra a creare il mito di Roma come la ‘Hollywood sul Tevere'”.
25 immagini di donne bellissime – dalla mitica Vivien “Rossella” Leigh alla dolce Audrey Hepburn, da ‘Anitona’ Ekberg a Liz “Cleopatra” Taylor – che incarnano la storia del cinema mondiale.

“E’ un racconto che si snoda attraverso le strade di Roma – continua l’autore – e si rivela a fianco dei monumenti che l’hanno resa eterna con un linguaggio figurato che richiama alla mente il lavoro postmoderno di Paolo Gioli. L’immagine è de-composta e ri-composta secondo regole dettate esclusivamente dall’emozione, la tecnica fotografica è presente ma volutamente dimenticata per poter arrivare alla genesi di una verità completamente reinventata”.
Un percorso affascinante che fonde due eterne bellezze quella di attrici immortali nella memoria collettiva e quella dei monumenti di secoli diversi che convivono insieme nella città più famosa al mondo.
Un viaggio nel tempo in cui ‘rivivono’ donne ed epoche, Laureen Bacall in Campidoglio, Katharine Hepburn davanti al Teatro dell’Opera, Marlene Dietrich dà le spalle a Eataly mentre Bette Davis al Gasometro e Ava Gardner alla leggendaria Lupa capitolina.
Sempre alla Casa del Cinema, un’altra mostra di fotografie, firmate Valerio Mieli “Orsi, Pesci, Marziani e Altri Solitari” a cura del Centro Sperimentale di Cinematografia Production, dal 6 novembre al 7 dicembre 2013 – Orario di entrambe le esposizioni: 15.00-19.00