“Rughe” di Paco Roca

TUNUE’ HA FINALMENTE RIPUBBLICATO LA PLURIPREMIATA GRAPHIC NOVEL DI PACO ROCA “RUGHE” (ARRUGAS)

  E’ stata finalmente rieditata in Italia la pluripremiata graphic novel dello spagnolo Paco Roca (Valenzia, 1969), uno dei più importanti autori di fumetti contemporanei, grazie all’editore Tunué che ha stampato tutti i suoi lavori, e questo in nuova versione proprio a fine aprile nella nuova collana Le Ali, di piccolo formato (96 pagine, 7,90 euro).

  Considerato un capolavoro, “Rughe” (Arrugas) dal 2007, anno della sua pubblicazione in Spagna, ha collezionato una serie di premi internazionali. Miglior fumetto e Miglior sceneggiatura al Salone Internazionale del Fumetto di Barcellona; Miglior fumetto Premio Nazionale di Spagna; Miglior fumetto del ‘Diario de Avisos’; e Miglior opera lunga Gran Guinigi Lucca Comics, tutti nel 2008; Miglior libro a fumetti al Gran Premio Romics (2009) e Romics d’Oro a Paco Roca (Roma, 2013).

  Dall’acclamata graphic novel è stato tratto il lungometraggio d’animazione omonimo, diretto da Ignacio Ferreras, candidato ufficiale della Spagna agli Oscar e ora nelle sale italiane (dal 23 maggio 2013), distribuito da Exit Media.

  Moderno e agile nel disegno, ovviamente tradizionale e non digitale, il piccolo grande libro offre sia umorismo che commozione, sia divertimento che riflessione su un tema serio come l’Alzheimer, ma anche e soprattutto sulla solitudine e sull’abbandono che nella società contemporanea colpiscono non solo gli anziani, malati o meno.

  Usando anche una ‘sana’ dosi di ironia e umorismo, a tratti anche nero, Roca ci trasporta nel grigio mondo degli ospizi o delle cosiddette residenze per anziani, da dove l’unica via d’uscita è, letteralmente, la fuga, sia quella vera e reale, oppure quella dei sogni della memoria (remota) dei ‘pensionanti’. Valga per tutti quello della signora Rosaria che crede (immagina o ricorda?) di essere sull’Orient-Express che la sta portando a Istanbul. Oppure quello dello stesso protagonista, l’ex direttore di banca Emilio che ogni tanto crede di essere dietro la scrivania dell’istituto di credito.

  Secondo Le Monde, “Rughe racconta con precisione la battaglia contro la vecchiaia. Una battaglia senza armi, non esente da lacrime e pene”.

  Per El Pais, “Paco Roca ti disarma dalle prime pagine, aggrappandoti a una spirale di oblio, dalla quale è poi impossibile staccarsi”.

  El Mundo afferma: “Paco Roca tratta il morbo di Alzheimer con un misto di umorismo e commozione”; mentre La Repubblica scrive “Paco Roca porta avanti il suo racconto con una grazia particolare, un affettuoso umorismo”.

  Insomma, una graphic novel destinata non solo agli appassionati di fumetti ma anche ai lettori in generale che si ritroveranno trasportati in un mondo che spesso crediamo di conoscere e/o comprendere ma che in realtà neanche immaginiamo. E soprattutto gli “scherzi” della memoria e della sua improvvisa mancanza, dai ricordi alle cose più elementari, come saper mangiare o vestirsi, oppure l’assenza di contatto con la realtà, il disagio di parenti, amici e degli stessi pazienti nei confronti della malattia

José de Arcangelo

 http://www.tunue.com/catalogo-tunue/?libro=rughe-leali.html

http://pacoroca.wordpress.com/