“7 Psicopatici”

Dall’autore di “In Bruges – La coscienza dell’assassino” (nomination all’Oscar per la miglior sceneggiatura), Martin McDonagh, una nuova, irresistibile, pulp comedy all stars, ambientata proprio nel sottobosco di Hollywood e che ha per protagonista uno sceneggiatore. Solo che Marty (Colin Farrell) è alla disperata ricerca di un’idea perché ha venduto un copione alla mecca del cinema ma di fatto ha solo il titolo: “7 psicopatici”, appunto.

Il suo migliore amico, attore disoccupato, Billy (Sam Rockwell) cerca di aiutarlo come può, ma intanto col vecchio e romantico truffatore Hans (Christopher Walken) rapiscono cani nel parco per restituirli in cambio di laute ricompense. Però Billy sequestra il cane sbagliato: un piccolo Shih-tsu dello spietato boss mafioso Charlie Costello (Woody Harrelson), è così che Marty potrà incontrare il primo psicopatico…

In questo modo si scatena una demenziale serie di equivoci a catena e si multiplicano i cadaveri, tanto che con questo ricco ‘materiale’ lo scrittore pian piano, anzi freneticamente, riuscirà a completare la sua variegata galleria di psicopatici. Infatti, nella realtà è andata un po’ così, magari senza provocare morti ammazzati ma prendendo spunto dalla cronaca nera, perché lo stesso McDonagh – vincitore di un Oscar nel 2006 per il corto live-action “Six Shooter” – all’inizio, ovvero sette anni fa, aveva solo la storia di uno degli psicopatici, un altro paio di storie le “sono arrivate rapidamente e da allora è statata una passeggiata”, dice.

Ricca di trovate, gustosi riferimenti, bizzarri personaggi ed efficaci gag, la pellicola – vincitrice del premio del pubblico al Toronto International Film Fest 2012 – fila liscia lungo i 110 minuti senza dare tregua allo spettatore, tanto che il tempo vola tra sangue e sorrisi, sentimenti e risate, satira e ironia, inseguimenti e sparatorie.

Nel buon cast anche il musicista/attore Tom Waits (Zachariah, lo psicopatico col coniglietto); Olga Kurylenko (Angela, la pupa del boss), già Bond girl in “Quantum of Solace”; Abbie Cornisch (Kaya), da “La maschera di scimmia” all’imminente remake di “RoboCop”; Zeljko Ivanek (Paulo), da “Donnie Brasco” ad “Argo”; Gabourey Sidibe (Sharice), già protagonista di “Precious”; e Bonny, una simpatica cagnetta Shih-tzu di dieci mesi.

Nelle sale dal 15 novembre distribuito da Moviemax